Corso di cucina

A chi non è mai capitato di andare in vacanza e innamorarsi della cucina tipica di quel luogo? Castellare di Tonda non ha segreti.

Siamo pronti a svelarvi le nostre migliori ricette e trucchetti per rendere le vostre cene tanto buone che i vostri invitati si “leccheranno i baffi”.

La prenotazione è possibile via e-mail, telefono o persino in loco, ma è riservata agli adulti.

Protagonista di questa esperienza è senza dubbio la nostra cucina, dove per un paio d’ore ci trasformeremo tutti in apprendisti chef. Con tanto di cappello ci cimenteremo insieme nelle ricette tipiche toscane e concluderemo con una bella mangiata!!

Avrete modo di imparare un aspetto della nostra cultura ma anche di conoscere altri ospiti di Castellare di Tonda, magari provenienti dall’altra parte del mondo. Per far sì che tutti possano comprendere lo chef ci sarà sempre qualcuno dello staff pronto a tradurre in inglese, tedesco, spagnolo e francese.

Il costo è di Euro 30,00 a persona e, inoltre, occorre che ci siano minimo 4 – massimo 8 partecipanti.

 

2 pensieri su “Corso di cucina

  1. We do not consider our precrsiption drug take-back events a long-term solution to reduce precrsiption drug abuse. They are designed to a) raise community awareness about the issues of drug abuse and the environmental impact to our water supply/landfills b) change the culture around the disposal process and, finally, lead to c) the installation of 24/7 drop boxes at our police departments so safe disposal becomes a common practice.

  2. This is a great story, of which I knew but never experimented meyslf. Surely Italians might know of this one and/or others. It would be great to have all these written down as they will be lost once the old contadini will be gone and the younger generations will have forgotten all this. Part of my work on traditional medicines is the recollection of all ethnobotanical knowledge, but this sort of folklore and practice in daily life tend to fall between the cracks as it is rarely recorded by professional anthropologists who focus on other issues (malocchio, for instance, is pretty well documented). I’ll forward this contribution to colleagues who work on Italian traditions. MANY thanks for this and hope to get more in the future. HAPPY NEW YEAR to you all!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>